Pubblicato il documento “Definizioni e requisiti qualitativi di base dei Contratti di Fiume”

840 0

tavolo_cdf_logo

È disponibile il documento “Definizioni e requisiti qualitativi di base dei Contratti di Fiume”, redatto dal gruppo di lavoro sul “riconoscimento dei Contratti di Fiume a scala nazionale e regionale e definizione di criteri di qualità”, istituito dal Tavolo Nazionale dei Contratti di Fiume a partire dalla Carta nazionale dei Contratti di Fiume.

Il gruppo di lavoro è stato coordinato dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (MATTM) in collaborazione con l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA) e costituito da rappresentanti di Regioni, associazioni ambientaliste, associazioni di categoria e soggetti privati, che operano nel settore della riqualificazione fluviale e della tutela ambientale, fra cui il CIRF.

Questo documento definisce i Contratti di Fiume come degli “strumenti volontari di programmazione strategica e negoziata che perseguono la tutela, la corretta gestione delle risorse idriche e la valorizzazione dei territori fluviali unitamente alla salvaguardia dal rischio idraulico contribuendo allo sviluppo locale“.

Per consultare l’intero documento, clicca qui.